C'è Fermento 2017

C'è Fermento
22/23/24/25 giugno | Saluzzo (CN)
Fondazione Amleto Bertoni
Piazza Montebello 1

Stiamo preparando “C’è Fermento 2017”!
L’ottava edizione del Salone della Birra artigianale a cura della Fondazione Amleto Bertoni, in collaborazione con la Città di Saluzzo e la Condotta Slow Food del Marchesato, è in programma dal 22 al 25 giugno 2017. Un evento che negli anni è diventato un punto fermo tra i birrai e gli amanti della birra, uno dei saloni più importanti, ed imperdibili, del nord-ovest Italia.
È ora di iniziare a segnare sul calendario l’appuntamento saluzzese.
Perché? Per tanti buoni motivi.
La novità del 2017: un giorno in più di Salone, per assaggiarle davvero tutte!
Saranno presenti quest’anno 20 birrifici – selezionati dal comitato scientifico in quella che è una vera e propria “sfida” per partecipare, dato il grande numero di richieste che perviene alla manifestazione. Per il 2017 si potrà trovare una “miscela” che comprende birrifici del territorio accanto a birrifici provenienti dal Piemonte, dalla Liguria, dalla Lombardia, dall’Emilia Romagna, dalla Toscana e dal Veneto. Non mancheranno poi 8 spazi food differenti, anche loro selezionati e curati nei minimi dettagli.
L’entrata, come da tradizione, è gratuita e un gettone di € 2 sarà la moneta per acquistare degustazioni e cibo. Confermato l’immancabile strumento di degustazione: il bicchiere di vetro griffato C’è Fermento, che per il 2017 sarà tutto nuovo. Quest’anno abbiamo scelto – grazie alla collaborazione di VD Glass – un balloon d’ispirazione belga, molto adatto in realtà per degustare al meglio tutte le tipologie di birra; un nuovo pezzo da collezionare!

In arrivo poi la Collaboration beer, una ricetta che lega alcuni ingredienti del territorio a sapori e profumi europei per una birra che saprà, ancora una volta, raccontare il saluzzese. Una birra, soprattutto, che nasce dal lavoro comune dei birrai del territorio di MOVE, lavoro fatto con cura e tanta allegria, l’allegria che potrete assaporare tra poche settimane. Protagonisti della “cotta” speciale, alcuni birrifici piemontesi, ospiti immancabili del Salone: Birrificio della Granda, Baladin, Trunasse, Antagonisti e Kauss.
A chi l’abbiamo dedicata? Dopo Silvio Pellico per il 2015, e Margherita Foix per il 2016, è il momento di Giambattista Bodoni, che è stato un incisore, tipografo e stampatore italiano, nato a Saluzzo e conosciuto in tutta l’Europa del ‘700, noto per i caratteri tipografici da lui creati (Bodoni). Come sarà? Una saison rigorosa, che ha solo malto d’orzo, luppoli italiani, continentali e inglesi. Secca, beverina, estiva, insomma, imperdibile per l’arrivo della stagione calda. Soprattutto, elegante e nitida come un carattere bodoniano. Come tradizione, l’etichetta sarà nuovamente realizzata dall’illustratrice Valeria Cardetti.
Birra, food, Swing e giovani Rock Band saranno gli ingredienti di una nuova ricetta che aggiorna il format della manifestazione e punta a promuovere un territorio. L’area food nel grande cortile della Fondazione Bertoni, propone una decina di stand ospiti, selezionati dalla Condotta Slow Food del Marchesato.
Nota bene: non mancherà anche quest’anno “Aspettando C’è fermento” con una serie di eventi che si svolgeranno a Saluzzo e nel circondario per promuovere la manifestazione e la cultura del bere birra – ovviamente artigianale.

Il Salone si inserisce nell’offerta turistica della Città di Saluzzo, un centro che porta con sé i fasti dell’Antico Marchesato nei palazzi e nelle vie del centro storico) e del progetto MOVE, Monviso & Occitan Valleys of Europe: 6 vallate alpine e splendide città d’arte, dove Saluzzo è porta di ingresso di una terra di saperi artigianali che hanno modellato paesi e borgate e di prodotti del territorio che fanno parte dell’Atlante dei sapori del Monviso e delle Terre Occitane.

Fonte: cefermento.fondazionebertoni.it

Sede: Barge (CN) 12032 - Via Montebracco, 15 - Registro Imprese di CN - Rea n. 141230 - Tel. +39.0175.346407 - Fax +39.0175.343264 - P.IVA : 01875790048
Informativa privacy
Realizzato da: Leonardo Web
Domenino Giuseppe S.n.c. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento