Il mese di agosto sarà ricco di mostre a Cortemilia, capitale dell'Alta Langa

Gli spazi espositivi sono le vetrine di vecchie botteghe, i palazzi storici, le chiese e persino spazi all’aperto, così da creare un intreccio tra mostre d’arte contemporanea, di storia, tradizioni religoise e progetti naturalistici

Cortemilia, storica capitale dell’Alta Langa, si prepara alla tradizionale favolosa Fiera della Nocciola con ricco programma di eventi culturali che, dal 4 al 25 agosto, trasformeranno il centro storico in un grande spazio museale.

Gli spazi espositivi sono le vetrine di vecchie botteghe, i palazzi storici, le chiese e persino spazi all’aperto, così da creare un intreccio tra mostre d’arte contemporanea, di storia, tradizioni religoise e progetti naturalistici. Ecco le esposizioni più significative (il programma completo si trova nel sito web dell’Ufficio Turistico del Comune).

La Sala del Consiglio del Palazzo Comunale ospita Cortemilia tra storia e leggende; sei splendide tavole a colori dipinte da un maestro di fama internazionale, Severino Baraldi (classe 1930); l’esposizione è curata dagli storici Giordano Berti e Giovanni Destefanis.

Nella chiesa di San Francesco prende vita Natura Naturans con opere di Elena Fonti, Alice Padovani, Alice Serafino, Medina Zabo e Federica Zanni.

Vari locali di Piazza Oscar Molinari presentano Ricordi e luoghi della memoria: foto storiche di Cortemilia, immagini della Sagra della Nocciola dal 1954 al 2018 e i Fiori in Seta della famiglia Mezzano.

Nel Palazzo della Pretura trova posto la personale di Massimo Berruti, maestro della pittura ad aerografo specializzato nel genere ritrattistico.

In piazza Castello, nelle domeniche 18 e 25 agosto, si può visitare, accompagnati dal prof. Giovanni Destefanis, la Casa-Museo Mezzano, ancora dotata degli arredi risalenti al 1880.

Il Museo Diocesano, in piazza Demetrio Castelli, ospita importanti opere d’arte sacra e devozionale, tra cui alcune spettacolari sculture: l’Ecce Homo (1780 circa), la Flagellazione (1836 circa), il Cristo deposto dalla croce (1850 circa). Nello stesso luogo è esposta una storica reliquia: la Santa Spina della Corona di Cristo, giunta a Cortemilia secoli or sono in modo mai chiarito.

In Via Dante Alighieri apre la mostra Trasformazioni, rigenerazione e contaminazione: opere create su oggetti da dieci artisti internazionali.

In Via Cavour, en-plein-air, “Le Pietre della Storia”: illustrazioni di Severino Baraldi stampate su pietra, dedicate alla Leggenda della Santa Spina di Cortemilia. Altre “Pietre” illustrate da Baraldi sono esposte nel Museo Diocesano assieme alle citate sculture.

Sempre in Via Cavour, a Palazzo Rabino, quadri di un famoso pittore moferrino, Eso Peluzzi (1894-1985), oltre a sculture di Ferdinando Gallo, Ylli Plaka e Paolo Anselmo.

Nella Chiesa della Pieve, una grande terracotta di Hilario Isola, donata dall’artista per la Via del Sale, si affianca a splendide sculture di arte romanica.

L'inaugurazione dell’itinerario si tiene domenica 4 agosto, alle 10, presso la chiesa di San Francesco. Apertura delle mostre: venerdì, sabato e domenica, dalle 10 alle 12:30 e dalle 17 alle 19:30.

Sono previste aperture straordinarie durante la Fiera della Nocciola, in programma dal 16 al 25 agosto.

Fonte: www.targatocn.it

Sede: Barge (CN) 12032 - Via Montebracco, 15 - Registro Imprese di CN - Rea n. 141230 - Tel. +39.0175.346407 - Fax +39.0175.343264 - P.IVA : 01875790048
Informativa privacy
Realizzato da: Leonardo Web
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.